IL MAGICO MONDO DELLE API: APICOLTURA DELL’ORTO

“Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita”. Questa frase erroneamente attribuita a Albert Einstein rappresenta un monito verso l’uomo e la sua sfrontatezza nei confronti della natura e dei suoi piccoli componenti. Per fortuna non siamo vicini a questo momento ed è possibile ammirare ancora la bellezza di questo fantastico mondo in miniatura. Sono sempre stato affascinato dalla operosità, dai colori e dall’organizzazione di questi fantastici insetti. Crescendo mi ritrovai ad ammirare il loro sistema di gestione alimentare che portava ad avere una diversa crescita e sviluppo a seconda di quello che mangiavano. Un mondo fantastico che potete vivere da vicino e far scoprire ai vostri bimbi presso l’APICOLTURA DELL’ORTO a Besana in Brianza.

La didattica

È importante far capire ai bambini, (ma anche agli adulti), l’importanza delle api per il nostro ecosistema e il rispetto indispensabile che bisogna portare nei confronti di tutta la natura. Ricordo ancora la prima volta che ho visto un’arnia con le cellette perfettamente identiche e le api che si muovevano intorno a quello che per loro è un vero regno con fare operoso. In questo angolo di mondo c’è la possibilità di ospitare scolaresche e di tenere lezioni teoriche sul lavoro delle api e sulla loro complessa e fantastica nutrizione (miele, pappa reale) ed i loro meccanismi di difesa (propoli). Questo è un modo unico per far scoprire ai bambini il lavoro dell’apicoltore e per far scoprire ai bambini la magia della cera con attività dedicate.

La seconda domenica di maggio (salvo modifiche) si tiene tradizionalmente una giornata di apertura al pubblico che permette alle famiglie di affacciarsi a questo mondo splendido.

Il MIELE E LA SUA PROVENIENZA

Le produzioni di miele (che sono in media 10 tipologie di mieli mono floreali all’anno, dalla calabria alla Valtellina) il rispetto per la natura, le api e il prodotto finale sono il cardine su cui ruota tutta la realtà Dell’Orto.  Niente è lasciato al caso, dalla scelta dei luoghi di raccolta, (solitamente all’interno di zone dall’altissimo valore naturalistico, come il parco dell’uccellina in Maremma, le montagne nell’alto lago di Como, la val Belviso a 2000 metri in Valtellina e l’alta val di Susa in Piemonte a 2000 metri), alla scelta da sempre di un Apicoltura Biologica. Queste scelte rendono questo miele un nettare incantato che ad ogni assaggio ci dona colori e profumi di posti incontaminati.

Visitate il sito http://mieledellorto.it/ per restare aggiornati!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *