BAMBINI E SESSUALITA’

 Spesso i genitori si preoccupano quando i bambini iniziano a manifestare interesse e curiosità per il proprio corpo, per il corpo degli altri, e per la sessualità. Quando i bambini iniziano ad esplorarsi e ad esplorare.
In realtà, l’esplorazione e la scoperta sessuale fanno parte dello sviluppo e sono fondamentali per la definizione della propria identità sessuale, processo che continuerà fino a quando i bambini diverranno adulti che vede implicate esperienze soggettive, influenze sociali e influenze culturali, determinando un preciso sviluppo psicosessuale.

La fase da 1 a 5 anni

Da 1 a 5 anni i bambini esplorano le parti sessuali del proprio corpo principalmente per due motivi: perchè provano piacere e/o perchè li rassicura nei momenti di agitazione, incuriosendosi. Tuttavia fino ai 3 anni non sono consapevoli della permanenza delle parti del corpo (consapevolezza che raggiungeranno alla fine della scuola dell’infanzia) anche se già sanno a quale sesso appartengono.
Il fatto di non possedere ancora uno schema corporeo stabile può essere causa di preoccupazioni riguardanti ad esempio la perdita del pene per i bambini che notano che le femmine non ne hanno o il fatto di non averlo per le bambine.
Fino ai 5/6 anni solitamente i bambini non hanno il senso del pudore e amano stare nudi, osservandosi e osservando il corpo degli altri (un esempio è rappresentato dal gioco del dottore, dove i bambini iniziano ad esplorare il corpo). Sono spesso anche interessati al corpo dei loro genitori.
I genitori non devono preoccuparsi per i giochi sessuali se i bambini lo fanno con amici della loro stessa età e corporatura, ciò che conta è che non siano forzati a fare cose che non vogliono fare e che non facciano cose che i bambini della loro età non possono conoscere. Questo è molto importante perchè è in questo modo che apprendono il rispetto per il proprio corpo e quello dell’altro.

Da dove veniamo?

Durante la scuola dell’infanzia inizieranno a domandarsi e a chiedere da dove vengono i bambini e come escono dalla pancia. In questi casi si può dare una spiegazione semplice (es. sono stati generati da uno spermatozoo del loro papà e da un ovulo della loro mamma, e che questo ovulo con questo seme ha fatto nascere il bambino). Con lo sviluppo del bambino si potranno fornire spiegazioni sempre più dettagliate (es. che lo spermatozoo viene dal pene del papà, l’ovulo dalle ovaie della mamma, e che la mamma e il papà si amano molto si baciano e si abbracciano e che amandosi così forte lo spermatozoo del papà incontra un ovulo della mamma, concependo un bambino). Poi si potranno fornire spiegazioni sempre più dettagliate mano a mano che i bambini crescono e chiedono.
Ci si può avvalere anche di libri illustrati come supporto per la spiegazione.
E’ importante, già durante la scuola dell’infanzia, spiegare ai bambini che possono esplorare il proprio corpo, ma in privato.
Durante la scuola primaria saranno ancora incuriositi dal corpo dell’altro sesso, iniziano a sentire parlare di rapporti sessuali e ne parlano tra loro. I bambini della scuola primaria iniziano a “sperimentare” attraverso baci, corteggiamenti, tenersi per mano, …
E’ in questa fase che emerge il senso del pudore e la vergogna.
E’ importante rispondere alle domande dei bambini con sincerità e naturalezza, così capiranno che con i loro genitori possono parlare liberamente di sesso e che loro risponderanno ai loro dubbi in merito.
Per i genitori è importante tenere in considerazione che il modo in cui si comporteranno e reagiranno durante le conversazioni sul sesso influenzeranno l’atteggiamento e le opinioni dei figli verso questo argomento e verso loro stessi.
Ciò che è necessario che apprendano i bambini durante lo sviluppo è il rispetto per il proprio corpo
e per quello dell’altro, le fondamenta per una vita sessuale equilibrata.

FONTi: O. Facchinetti psicologo psicoterapeuta – Trento (Italy) – da documento originale scritto da: Child and Youth Health and Parenting SA © Copyright www.parenting.sa.gov.au – PEGS – Parenting Easy Guides
http://www.facchinetti.net/genitorialita/il-comportamento-sessuale-dei-bambini.html

SCRITTO DALLA DOTT.SSA ANAÏS DE SANTIS- PSICOLOGA SPECIALIZZATA IN PSICOLOGIA CLINICA, DELLO SVILUPPO E NEUROPSICOLOGIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *