MAMMA: UNA PAROLA DONATA

SCRITTO DA MAURIZIO DI TULLIO

Care Mamme, scrivere un articolo su di voi per la Festa della Mamma non è affatto semplice perché molto di quello che vorrei dire è stato detto, pensato e valutato da altri mille volte prima di me. Nonostante questo non posso e non voglio esimermi. Tempo fa nelle mie ricerche folli mi sono imbattuto nella ricerca del significato etimologico della parola MAMMA. Dovete sapere che io sono un uomo dalla “ricerca facile”: mi viene in mente una cosa e devo documentarmi, altrimenti poi non dormo sereno.
Mi aspettavo un significato articolato, invece il tutto ruota intorno alla dolcezza di un neonato che impara a dire le sue prime sillabe: ma…ma….
Avete mai notato che la parola MAMMA ha un suono simile in quasi tutte le lingue del mondo? Non lo avete notato? Forse non vi è mai capitato di ascoltare un bambino nigeriano che chiama la sua MAMMA in swahili? Non avete mai ascoltato la parola MAMMA in giapponese? Ehm… nemmeno io però dopo aver scoperto la derivazione di questa magica parola ho deciso di fare quello che più mi diverte, ovvero scoprire: apro il traduttore di Google e scrivo MAMMA e poi parte la magia. Ascolto in rapida successione tutte le lingue ed a parte qualche piccola eccezione, mi trovo un insieme di pronunce simili. Per i più curiosi ecco il link pronto per farvi divertire: TRADUTTORE GOOGLE (MAMMA).
Verificare che in diverse parti del mondo, questa parola è legata alla serie di suoni che i bambini esprimono nelle prime fasi della loro vita è stato veramente bello. Infatti la lallazione è alla base degli esperimenti linguistici di ogni bambino. Loro sperimentano la loro fonetica esprimendo sillabe cariche di dolcezza a cui noi diamo svariati significati. Da sempre l’essere umano si distingue per la sua voglia di dare un nome ad una sua scoperta, in questo caso questa è la prima scoperta di ogni essere vivente. La parola MAMMA  rappresenta il primo regalo di un figlio per Lei.

BUONA FESTA DELLA MAMMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *